Eccellenza, altra passeggiata trionfale per il Savoia: Sessana demolita con 7 gol

Scritto da il 11 febbraio 2018
Print Friendly

SESSANA-SAVOIA 0-7 (primo tempo 0-3)
MARCATORI: 1’ De Rosa, 19’, 48’, 50’ Caso Naturale, 42’ Esposito, 79’ Galizia, 88’ Fava Naturale
SESSANA (4-3-3): Abbate; Esposito, Grimaldi, Zamparelli (77’ Di Bernardo), Falcone (34’ Pisani); Caiazzo (62’ Nardi), Lubrano (80’ Confietto), Pergamo; Criscuolo, Solitro (80’ Iovine), Manna. A disposizione: De Marino, D’Orsi. Allenatore Salvatore Mennillo
SAVOIA (4-3-3): Pezzella (56’ D’Aquino); Sardo, Riccio, Di Girolamo, F. Del Prete; S. Del Prete (65’ Pappagoda), Liccardo, De Rosa (59’ Abbatiello); Di Paola, Esposito (62’ Fava Passaro), Caso Naturale (51’ Galizia). A disposizione: Allocca, Arenella. Allenatore Franco Fabiano
ARBITRO: Antonio Rapuano di Benevento
AMMONITI: Criscuolo (SE)
NOTE: Spettatori 200 circa, quasi tutti provenienti da Torre Annunziata. Angoli 2-11 Recupero 0’ pt e 2’st

La trasferta più lunga del campionato attende il Savoia nella ventunesima giornata di Eccellenza Girone A. All’”Adelio D’Arcangelo” di San Castrese, la capolista fa visita alla Sessana, reduce da otto sconfitte consecutive in campionato ed ormai pienamente impelagata nella lotta per non retrocedere. Nonostante giovedì ci sia la finale di Coppa Italia, mister Fabiano schera i “titolarissimi”, con Esposito che vince il ballottaggio con Fava per il ruolo di centravanti. Passano soltanto 45 secondi ed il Savoia è già in vantaggio: Caso Naturale va via sulla sinistra e crossa al centro dell’area, dove De Rosa, lasciato tutto solo dalla difesa della Sessana, insacca di testa. Come già successo tante volte in stagione, la differenza tra le due squadre è imbarazzante e al 19^ arriva anche il raddoppio biancoscudato: Di Paola, lanciato in profondità da Liccardo, crossa sul secondo palo dove Caso Naturale, a porta vuota, sigla il più facile dei raddoppi. Al 34^ la Sessana ha una grossa occasione per accorciare le distanze: complice un terreno di gioco in pessime condizioni, Pezzella sbaglia il rinvio e serve Solitro, il quale però – a tu per tu con lo stesso Pezzella – colpisce debolmente favorendo la parata del giovane portiere. Il Savoia pare aver abbassato la guardia e dopo sette minuti la Sessana va nuovamente vicinissima al gol: Solitro parte sul filo del fuorigioco, si accentra in area e col sinistro calcia a lato non di molto. Passano sessanta secondi e – per la classica legge del calcio – il Savoia trova il tris: Esposito vede Abbate leggermente fuori dai pali e lo trafigge con un gran tiro dai 25 metri. Si conclude così un primo tempo dominato per 35 minuti dal Savoia, che poi subisce il ritorno della Sessana prima di trovare il gol che chiude la partita. La ripresa si apre esattamente come la prima frazione perché passano poco più di due minuti ed il Savoia cala il poker: Esposito mette in mezzo e Caso Naturale di testa la mette nell’angolino alla destra del portiere. Ma il meglio deve ancora venire perché dopo pochi minuti il capocannoniere trova una meravigliosa tripletta in rovesciata. La partita a quel punto non ha più niente da dire, ma c’è comunque tempo per la sesta rete degli ospiti, confezionata interamente da neoentrati: cross di Pappagoda e Galizia sul secondo palo ci arriva di testa trovando la gioia personale. Partita finita? Nemmeno per sogno perché a due dal termine arriva il gol dell’ex, Dino Fava Passaro, di testa su angolo di Liccardo: 7-0 finale ed altra passeggiata trionfale verso la D per il carrarmato Savoia.

© Copyright 2018 Giovanni D Avino, All rights Reserved. Written For: Il Corriere del Pallone

Info Giovanni D Avino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVISIONI