C. Frattese, comunicato al veleno su Battiloro

Scritto da il 14 luglio 2017
Print Friendly

La Asd C. Frattese, in riferimento al comunicato ufficiale rilasciatodalla società SSCD Frattese srl nella giornata di ieri, intende chiarire alcuni punti.

In primo luogo, il sig. Battiloro Gaetano, qualificatosi all’incontro con il sindaco di Frattamaggiore Del Prete come detentore del titolo sportivo della Sscd Frattese, non ricopre alcun ruolo nella citata società. Il titolo è infatti ancora legato alla persona di Antonio Nuzzo, il quale, nella qualità di Presidente e detentore della maggioranza delle quote societarie, se avrà intenzione di cedere le sue quote dovrà, come da Statuto societario, offrirle preventivamente agli altri soci, a pena di nullità assoluta dell’atto stesso di vendita. E, ricoprendo alcuni dirigenti della scrivente società la qualità di soci di minoranza nella srl “Sscd Frattese” e non essendo gli stessi mai stati avvertiti formalmente da Antonio Nuzzo circa la sua intenzione di cedere le quote, qualsiasi atto di cessione sarà automaticamente viziato da nullità.
In secondo luogo, tralasciando le a dir poco contraddittorie dichiarazioni rilasciate a diverse testate giornalistiche appena tre giorni fa, in cui lo stesso Battiloro dichiarava le sue intenzioni e quelle della cordata che rappresenta di voler emigrare in altri lidi insieme al titolo “Sscd Frattese” (Si legge testualmente: “Giocheremo a San Giorgio a Cremano, ma la nostra intenzione è di fare calcio nella zona orientale tra Barra, San Giovanni e Ponticelli e di ricreare lo storico Campania. Adesso dovremo chiamarci Frattese, ma saremo il Campania l’anno prossimo.”), Battiloro, quando dichiara di “non conoscere l’altra società”, riferendosi evidentemente alla Asd C. Frattese, dichiara il vero, tant’è che chiama la stessa erroneamente “Casalnuovo”.

Se fosse stato addentrato nelle dinamiche e nelle vicende calcistiche della città di Frattamaggiore, infatti, il sig. Battiloro non avrebbe potuto ignorare che la Asd C. Frattese è un progetto creato in queste frenetiche ore dalla passione di imprenditori nati e cresciuti nella città di Frattamaggiore. Il Presidente D’Errico e i soci Falco, Lamberti, Mele, Pellino e Schiano, vista l’indisponibilità di continuare a portare avanti il progetto facente capo alla “Sscd Frattese srl”, tra la scelta di lasciare la città senza calcio, dopo la scelta di Nuzzo di continuare a far calcio altrove, e quella di ripartire ex novo rilevando un titolo appartenente ad una compagine del campionato di Eccellenza, hanno scelto il male minore, assicurando allo stesso tempo alla tifoseria nerostellata una squadra che potesse riportare entusiasmo sugli spalti dello stadio Ianniello.
È doveroso, infine, nei confronti della tifoseria chiarire che questa società, rilevando il titolo del “Casalnuovo Calcio”, ha immediatamente effettuato il cambio di denominazione con cui parteciperà al prossimo campionato di Eccellenza. Da qui la trasformazione in Asd C. Frattese, una società nuova che avrà al suo vertice dei tifosi, ancor prima che imprenditori, per far sì che la nostra amata stella possa risplendere sempre più in alto.

© Copyright 2017 redazione, All rights Reserved. Written For: Il Corriere del Pallone

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVISIONI